Campo Estivo Milano

Benvenuti al Campo Estivo Milano 2024 del Maneggio Milano, la destinazione preferita per bambini e ragazzi che amano l’avventura, lo sport e il divertimento all’aria aperta. Situato nella provincia ovest di Milano, nel cuore del Parco Agricolo Sud, il nostro campo estivo offre un programma ricco di attività, dove l’equitazione è al centro di tante attività per ragazzi e ragazze da 7 ai 16 anni. Scopri come il nostro campo estivo può offrire a tuo figlio un’estate indimenticabile.

Campo Estivo Milano 2024: Equitazione, Avventura e Natura per Bambini e Ragazzi!

Nel cuore del vibrante e dinamico tessuto urbano di Milano nasce il Campo Estivo Milano, un’iniziativa estiva eccezionale pensata per arricchire l’estate dei giovani avventurieri dai 6 ai 16 anni. Questo Campo Estivo Milano si distingue per il suo impegno nel fornire un’esperienza indimenticabile, intrecciando l’avventura, il profondo contatto con la natura e l’esplorazione del fascinoso mondo equestre e della vita rurale. Il Campo Estivo Milano si pone come punto di riferimento per i giovani esploratori desiderosi di immergersi in un contesto dove la natura si sposa con il divertimento e l’apprendimento.

Dedicato all’avventura e all’apprendimento attraverso l’esperienza diretta, il Campo Estivo Milano offre più di semplici attività estive; si rivela come una vera e propria oasi di scoperta nel cuore del suggestivo Parco Agricolo SUD di Milano. Qui, i bambini e i ragazzi hanno l’incredibile opportunità di vivere giornate ricche di emozioni, imparando a cavalcare, a prendersi cura dei cavalli e degli animali della fattoria, fondendo così lo spirito avventuroso con l’amore e il rispetto per gli animali e l’ambiente.

Perché un'Esperienza Estiva al Maneggio Milano

Estate al Campo Estivo Maneggio Milano: un palcoscenico ideale per l'apprendimento

L’estate si rivela come un palcoscenico ideale per l’apertura verso nuovi orizzonti, l’apprendimento di nuove competenze e la tessitura di legami di amicizia in un ambiente distante dalla routine scolastica. Proprio in questo contesto si inserisce il nostro Campo Estivo Milano, progettato con attenzione e dedizione per offrire non solo divertimento, ma anche una crescita personale significativa. Il programma del campo è una sinfonia di attività che intrecciano l’ammirazione per il mondo naturale, l’entusiasmo per le diverse discipline sportive e il brivido delle avventure all’aria aperta, creando una trama ricca e variegata di esperienze.

In questa oasi estiva, lontani dalla consueta struttura scolastica, i ragazzi hanno l’opportunità unica di scoprire e approfondire interessi che vanno oltre i confini accademici, spingendoli a esplorare e ad apprezzare la complessità del mondo che li circonda. Il nostro campo estivo non si limita a essere un semplice passatempo: è un vero e proprio viaggio di scoperta, dove ogni attività è pensata per stimolare la curiosità, l’iniziativa personale e la voglia di mettersi in gioco.

Un Campo Estivo unico nel panorama di Milano

 

Attraverso la convivenza e la condivisione di esperienze uniche in natura, i partecipanti al Campo Estivo Milano imparano il valore del rispetto per l’ambiente, scoprendo la bellezza e l’importanza della sua preservazione. Il contatto diretto con la natura serve non solo a rafforzare la consapevolezza ecologica, ma anche a sviluppare un senso di responsabilità verso il pianeta che ci ospita.

Il lavoro di squadra e le attività sportive giocano un ruolo chiave nel nostro programma, fornendo ai ragazzi l’occasione di imparare l’importanza della cooperazione, della lealtà e del supporto reciproco. Attraverso sfide sportive e giochi di gruppo, i giovani partecipanti sperimentano direttamente come la collaborazione e la fiducia reciproca siano fondamentali per il raggiungimento di obiettivi comuni, trasportando questi insegnamenti anche nella vita quotidiana.

Allo stesso modo, il campo estivo si pone come terreno fertile per il seminare i semi dell’autonomia e dell’indipendenza. I ragazzi vengono incoraggiati a prendere iniziative, a fare scelte e a gestire piccole responsabilità, passi importanti nel loro percorso di crescita personale. Questi momenti di autonomia contribuiscono a rafforzare la loro autostima e a prepararli ad affrontare le sfide future con maggiore fiducia in se stessi.

Un Campo Estivo a Milano immersi nella natura

Nel cuore della provincia di Milano, una delle gemme più scintillanti d’Italia, il Campus Estivo Milano 2024 emerge come un paradiso per giovani avventurieri desiderosi di immergersi in un’estate ricca di esperienze e scoperte. Questo campus estivo, con la sua posizione privilegiata, diventa la cornice perfetta per un vasto assortimento di attività pensate per valorizzare la bellezza e la diversità dell’ambiente naturale circostante.

Al Campus Estivo Milano, l’equitazione si rivela come una delle esperienze più valorizzate, offrendo ai partecipanti l’opportunità unica di instaurare un legame speciale con i cavalli. Questa attività non solo permette di imparare le tecniche di cavallo in un contesto sicuro e controllato, ma insegna anche il rispetto e la cura per questi nobili animali, integrando principi di responsabilità ed empatia che rimarranno con i ragazzi ben oltre la fine dell’estate.

Inoltre, il campus estivo pone un’enfasi particolare sulla crescita personale e sul benessere fisico. Le attività sono attentamente selezionate e progettate per promuovere uno stile di vita attivo, migliorare le capacità motorie e incoraggiare sane abitudini di vita, tutto all’interno di un ambiente di supporto e incoraggiamento.

Un Campo Estivo avventuroso

Le escursioni organizzate dal campus estivo sono un altro punto di forza del programma, progettate per esplorare e apprezzare la ricchezza del paesaggio lombardo. Queste avventure all’aria aperta permettono ai giovani esploratori di scoprire la flora e la fauna locali, di navigare attraverso boschi ombrosi e di ammirare panorami mozzafiato, alimentando così un senso di meraviglia e un profondo rispetto per la natura.

Campo estivo Milano equitazione
Campo estivo milano amicizia
Campo estivo milano sportivo

Campo Estivo con esperienza gastronomica

Nel cuore dell’esperienza del Campo Estivo, grande attenzione è rivolta all’aspetto culinario, garantendo che i giovani partecipanti non debbano mai accontentarsi di pasti improvvisati o di seconda scelta. Al contrario, il Campo Estivo si impegna a offrire una vera e propria esperienza gastronomica, viziando e coccolando i ragazzi con pasti prelibati che vengono preparati con estrema cura dal rinomato ristorante Torre dei Gelsi. Questa oasi culinaria diventa un punto di riferimento per l’alimentazione nel Campo Estivo, presentando menù variati, gustosi e soprattutto nutrienti, pensati per soddisfare i palati più esigenti e le esigenze nutrizionali di ogni giovane avventuriero.

Il Campo Estivo pone un’accentuata enfasi sull’importanza di un’alimentazione equilibrata e ricca di energia, fondamentale per supportare l’attiva routine quotidiana dei partecipanti. I pasti serviti da Torre dei Gelsi non sono solo un piacere per il gusto, ma sono anche attentamente bilanciati per fornire tutti i nutrienti necessari a supportare lo sviluppo fisico e mentale, l’energia e la vitalità richiesti dalle numerose attività del Campo Estivo. 

Un Campo Estivo per la crescita personale

Il Campus Estivo Milano dedica una particolare attenzione al percorso di crescita personale e al benessere fisico di ogni partecipante, riconoscendo l’importanza di uno sviluppo armonico che tenga conto tanto dell’aspetto fisico quanto di quello emotivo e sociale. In questo contesto, le attività proposte nel programma del campus estivo non sono scelte a caso, ma sono il frutto di una selezione meticolosa e di una progettazione accurata, volte a promuovere un approccio alla vita attivo e consapevole.

Questo focus sul benessere si traduce in una serie di iniziative e programmi pensati per stimolare i giovani a muoversi, a sperimentare e a esplorare le proprie potenzialità in un ambiente sicuro e positivo. Ogni attività del campus estivo è concepita per migliorare le capacità motorie e fisiche dei partecipanti, rafforzando al contempo la loro autostima e il loro benessere psicologico.

La varietà delle attività offerte mira a soddisfare i diversi interessi e livelli di abilità, garantendo che tutti possano trovare qualcosa che li appassioni e li motivi a impegnarsi. L’obiettivo è duplice: da un lato, incoraggiare i ragazzi a scoprire e coltivare nuove passioni che possano arricchire il loro tempo libero anche dopo la fine del campus estivo; dall’altro, instillare l’importanza di uno stile di vita attivo come fondamento per una salute fisica e mentale duratura.

Campo Estivo Sportivo

L’equitazione si distingue come un’attività fisica completa ed estremamente efficace, offrendo benefici unici che vanno ben oltre il semplice miglioramento della forma fisica. Praticare l’equitazione non solo richiede e sviluppa un’eccellente coordinazione motoria e un buon equilibrio, ma stimola anche la tonificazione di muscoli spesso trascurati in altre discipline sportive. Questo sport implica una costante interazione e collaborazione con il cavallo, richiedendo al cavaliere di adattarsi continuamente ai movimenti dell’animale, il che rafforza il core, migliora la postura e aumenta la flessibilità del corpo. Inoltre, l’equitazione è un’attività che sollecita in modo significativo il sistema cardiovascolare, contribuendo a migliorare la resistenza fisica generale. Oltre agli aspetti prettamente fisici, cavalcare ha un impatto profondamente positivo anche sul benessere mentale, riducendo lo stress e favorendo una sensazione di tranquillità e connessione con la natura. Attraverso l’equitazione, si sviluppano anche competenze quali la concentrazione, la pazienza e la determinazione, rendendo questa disciplina non solo un esercizio fisico completo ma anche un potente strumento di crescita personale

Campo Estivo: non solo Equitazione!​

Ma l’esperienza al Campus Estivo Milano non si ferma alla natura e all’equitazione. Un ricco calendario di sport di squadra, giochi all’aperto e workshop creativi assicura che ogni giorno al campus estivo sia carico di nuove sfide e opportunità di apprendimento. Attraverso queste attività, i partecipanti al campus estivo sviluppano abilità sociali, come il lavoro di squadra e la comunicazione, mentre la loro creatività e immaginazione sono costantemente stimolate da compiti e progetti innovativi.

Campo estivo sportivo Milano

Prenota Ora il tuo Campo Estivo

In conclusione, il Campo Estivo Milano emerge come un’esperienza estiva unica e trasformativa, che armonizza perfettamente la crescita personale e il benessere fisico con il divertimento e l’apprendimento. Il ricco catalogo di attività proposte dal Campo Estivo e la dedizione nel soddisfare le necessità di ogni partecipante fanno del Campo Estivo un ambiente ideale per lo sviluppo e il benessere dei giovani. Nel corso del Campo Estivo, i ragazzi hanno l’opportunità di esplorare e fiorire, guadagnando fiducia in sé stessi e abbracciando uno stile di vita sano e attivo. Queste esperienze e valori acquisiti al Campo Estivo Milano sono destinati a influenzare positivamente i giovani ben oltre i confini temporali dell’estate, lasciando un’impronta duratura sul loro percorso di crescita. Grazie al Campo Estivo, i partecipanti portano con sé ricordi, competenze e un senso di autonomia che trascendono l’esperienza immediata, dimostrando l’efficacia e l’importanza del Campo Estivo nel contribuire a formare individui equilibrati e consapevoli.
campo estivo milano natura

Tariffe Campo Estivo Milano

Horse Summer Camp

Per chi predilige il contatto con la natura e con il cavallo
250 Settimana
  • Merenda e pranzo inclusi
  • Lavoro a terra e/o in sella al cavallo giornaliero
  • Laboratori agricoli e veterinari
  • coordinamento compiti
  • Trampolini elastici e zip line

Richiesta iscrizione campo estivo Milano

Un po' di storia....

“Equitazione naturale” è un termine collettivo che racchiude una serie di tecniche di addestramento che hanno visto una rapida crescita di popolarità dal 1980.

Le varie tecniche, pur proponendo applicazioni leggermente differenti tra loro, mantengono e condividono i principi di un cavaliere più dolce, gentile e collaborativo che, in armonia, sviluppa un rapporto armonioso e condiviso con il cavallo, attraverso l’utilizzo di metodologie derivanti dalla dall’osservazione del comportamento naturale dei cavalli in libertà, rifiutando contemporaneamente metodi di allenamento coercitivi e violenti.

Gli appartenenti a questa linea di pensiero elogiano la base scientifica del proprio precetto esaltandone i benefici fisici, emotivi e sentimentali definendo tale partnership “antropomorfa”.

Professionisti di alto profilo dell’equitazione naturale come Monty Roberts e Pat Parelli hanno saputo protocollare tali approcci, comunicando ampiamente attraverso libri, corsi, conferenze, film i vantaggi e soprattutto la validità di questi sistemi; arrivando a definire anche una serie di attrezzature e giochi al fine di implementare rapidamente un rapporto di collaborazione con il cavallo.

Come sempre accade uno scontro, anche ideologico, molto forte si è aperto tra gli appartenenti alle due fazioni ma è indubbio, ed irreversibile, che un approccio sereno e naturale al cavallo stia guadagnando sempre più spazio nel mondo della equitazione sportiva, agonistica ed amatoriale.

L’idea di operare in collaborazione con un cavallo non è però cosi nuova come potrebbe sembrare.
Già nel suo trattato sulla equitazione Senofonte (c. 430 – 354 a.C.), enfatizzava il valore della condivisione e sottolineava l’alto valore della rassicurazione rispetto alla punizione.

Nei secoli successivi tali principi sono stati ripresi ed ampliati da professionisti di dressage quali Antoine de Pluvinel (1555–1620 d.C.) e François Robichon de La Guérinière (1688–1751) che applicarono tecniche “delicate” alle proprie attività.

Tuttavia, i metodi di allenamento delicati hanno dovuto confrontarsi con le false credenze secondo cui metodi più tradizionali (coercitivi) consentono il raggiungimento dei risultati più rapidamente, senza invero considerare la imprevedibilità negli atteggiamenti che il cavallo sviluppa e che spesso danno luogo ad incidenti, anche gravi, che in quanto tali sono oggetto di punizioni ancora più rigorose e dunque traumi ancora maggiori, arrivando a creare spirali spesso mortali per l’animale.

Esempio di ciò, la tradizione dei cowboy del west americano, dove l’economia della necessità di domare un gran numero di cavalli semi-selvatici in un breve periodo di tempo ha portato allo sviluppo di una serie di metodi di doma ed addestramento estremamente duri e dannosi per il cavallo.
Il movimento dell’equitazione naturale “moderno”, sebbene non originariamente descritto come tale, si sviluppò principalmente negli Stati Uniti sul versante Pacific Northwest e nell’area delle Rocky Mountain, dove la tradizione del cowboy “buckaroo” o vaquero era dominante.
I fratelli Tom e Bill Dorrance furono i primi praticanti moderni di tale disciplina pur possedendo una forte background buckaroo del Great Basin.

I fratelli Dorrance ebbero un’influenza significativa su Ray Hunt, che a sua volta la ebbe su Buck Brannaman (il vero soggetto ispiratore del romanzo e film “L’Uomo che sussurrava ai cavalli”).
In Europa sono praticate numerose varianti sviluppatesi indipendentemente dal modello americano, influenzate dalle tradizioni equestri spagnole o ungheresi e dagli insegnamenti del dressage classico.

Alcune di queste (la maggior parte) fanno largo uso del linguaggio del corpo, umano, per comunicare efficacemente con il cavallo riproducendo le mimiche del branco in natura.

La crescita dell’accettazione moderna di tali modalità (e la crescita della loro commercializzazione) è andata via via aumentando dagli anni ’70, con una lenta crescita iniziale che ha accelerato negli anni ’80 e ’90.

Da dove nasce il termine “sussurratore ai cavalli” (horse whisperer)?

Il termina risale all’Europa del XIX secolo, quando un cavaliere irlandese, Daniel “Horse-Whisperer” Sullivan (morto nel 1810), si fece un nome in Inghilterra riabilitando cavalli divenuti feroci e intrattabili a causa di abusi o (raramente) di incidenti.

John Solomon Rarey, un addestratore americano del diciannovesimo secolo, fu convocato al Castello di Windsor nel 1852 dalla regina Vittoria per dimostrare la propria tecnica sui cavalli apparentemente indomabili della Regina.

servizi1

Riding Apparel

Lorem Ipsum ecc

servizi2

Contest Training

Lorem Ipsum ecc

servizi3

Beginners' Guide

Lorem Ipsum ecc

servizi4

Performances

Lorem Ipsum ecc

Piani e Prezzi

Lorum ipsum ecc.

Principianti

Corsi per principianti
39
99
Mensile
  • Lista Elementi #1
  • Lista Elementi #2
  • Lista Elementi #3
Popolare

Intermedi

Corsi per intermedi
69
99
Mensile
  • Lista Elementi #1
  • Lista Elementi #2
  • Lista Elementi #3
Richiesto

Esperti

Corsi per esperti
99
99
Mensile
  • Lista Elementi #1
  • Lista Elementi #2
  • Lista Elementi #3
Premium Services

Cosa offriamo

Effective Programs

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor

Quality Apparel

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor

Horses Selection

Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor